Arrivederci #SWAscoliPiceno

 Cominciamo così, grazie!

Sguardi concentrati, tazzine di caffè, scarabocchi su fogli, pennarelli, pc ed altri device in ogni angolo. Girando fra i tavoli o curiosando su Instagram appare così il primo Startup Weekend delle Marche, il format internazionale proposto per la prima volta nel fine settimana appena trascorso, nella splendida cornice della Cartiera Papale ad Ascoli Piceno.

Ma per noi organizzatori ed i 72 iscritti, arrivati da ognuna delle 5 provincie delle Marche, ma anche Friuli, Liguria, Abruzzo, Lazio e dulcis in fundo California (!), #SWAscoliPiceno è stato molto più di un’ottima occasione d’incontro e di formazione sui temi dell’innovazione e della nuova imprenditoria. Per 3 giorni, lo storico luogo che ci ha ospitati si è trasformato in una vera e propria centrifuga di nuove idee, accogliendo senza pregiudizi lo spirito creativo di sognatori giunti con la startup dei propri sogni, dai temi più vari: commercio digitale, tecnologie indossabili, turismo rurale, arte di strada ed anche alberi di Natale salva-spazio!

I team, formati attorno alle 10 migliori idee votate dagli stessi partecipanti venerdì sera, hanno progettato nelle 54 ore a loro disposizione il prodotto o servizio associato, studiandone, tra gli altri, il modello di business, la strategia di marketing e quella di comunicazione e realizzandone ,in alcuni casi, una demo funzionante. Fra le idee progettuali finaliste, esposte in 5 minuti dal responsabile di progetto al numeroso pubblico e sopratutto alla giuria presente in sala, a guadagnare il podio, sono state forse le più originali ed innovative ma anche effettivamente sostenibili. Ad esaudire il loro piccolo grande sogno sono stati: Simone Lucidi, 1° classificato e leader del team di Cleffy,  soluzione software per l’apprendimento musicale autonomo; Francesco Pezzuoli, 2° classificato a capo di Talking Hands, un dispositivo indossabile combinato ad un software in grado di tradurre gesti in parole e Francesco Santini che con il suo gruppo ha proposto Design Around, una piattaforma che permette a giovani designer d’interni di rispondere a “bandi” proposti da chi sta effettuando lavori di ristrutturazione. La menzione turismo è andata a Rural Experience di Andrea Lattanzi, per una vacanza d’evasione, all’insegna della natura e delle vecchie tradizioni. I premi distributi cono stati un tablet Olivetti, uno smartphone Vodafone, l’accesso di diritto all’ISTAO Startup Lab, ore di consulenza per l’avvio di impresa e sul corwdfunding, uno sconto per un periodo di incubazione in Hub 21.

Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla grande generosità degli sponsor, sia quelli internazionali che supportano la diffusione nel mondo di Startup Weekend, sia quelli locali che hanno avuto il coraggio di puntare su qualcosa di decisamente nuovo per il nostro territorio. Fra questi, merita una menzione particolare tutto il Gruppo dei Giovani di Confindustria Ascoli Piceno, capitanato da Franco Bucciarelli, che personalmente ha creduto per primo nell’organizzare ad Ascoli Piceno il primo Startup Weekend delle Marche. Come non ricordare tutta la crew dell’Istituto Adriano Olivetti (ISTAO) di Ancona coordinata dal suo direttore  generale Giuliano Calza. E ancora “clap clap” agli oltri 10 coach e speaker che hanno portato il loro prezioso contributo con suggerimenti utili e dritte fondamentali ai partecipanti e all’infaticabile Simone Santagata, nelle veste di facilitatore ufficiale dell’evento.

Insomma, un intenso weekend d’autunno che crediamo abbia lasciato molti se non tutti soddisfatti, accendendo in noi organizzatori tante piccole nuove luci! A farle nascere sono state le nuove amicizie, lo spirito di collaborazione e di condivisione che si sono respirati in questi 3 giorni, dei quali  sentiamo già la mancanza!  Intanto, per fortuna, aspettando la prossima edizione, abbiamo pensato di mantenerci in contatto e di ritrovarci in gruppo anche su Facebook …questa volta senza competizione!

Partecipanti al primo Startup Weekend delle Marche, siete ovviamente i benvenuti!!!

 

 








In pratica, lo Startup Weekend Ascoli Piceno

Dite la verità: volete partecipare allo Startup Weekend Ascoli Piceno ma vi manca la spinta giusta? Oppure siete motivati ma non avete capito bene come funziona. Ebbene, siamo qui per voi: che abbiate un’idea imprenditoriale pronta per essere realizzata, o che siate solo incuriositi dal mitico mondo delle startup, questo è l’evento giusto e non potete perderlo.

Business Modeling

Quella dal 3 al 5 ottobre 2014 sarà una tre giorni in cui tutti coloro che hanno un’idea potranno – grazie a una squadra di coach e giudici preparatissima ed esperta – presentarla e provare a realizzarla, seguendo un percorso volto a muovere i primi passi nel mondo dell’imprenditoria in modo efficace e vincente (qui il programma). Ma non è detto che per partecipare sia necessario avere un’idea: è possibile anche prendere parte a un gruppo di lavoro come membro esterno.

Partecipare è semplice: basta iscriversi acquistando il biglietto al costo di 30 € (il prezzo comprende tutti i pasti, dal venerdì sera alla domenica pomeriggio); le iscrizioni saranno aperte fino all’esaurimento dei posti disponibili, che sono 120.

Verranno selezionate – attraverso una votazione riservata ai partecipanti – le 10 idee ritenute più valide (di certo tra le caratteristiche salienti dell’idea progettuale verranno preferite l’innovazione e la sostenibilità); attorno a queste si formeranno dei gruppi di lavoro che realizzeranno, al termine di un percorso collaborativo che coprirà l’intera giornata del sabato e parte della domenica,  un prototipo del prodotto o del servizio da lanciare sul mercato; questo prodotto o servizio verrà poi presentato al pubblico in un pitch da 60 secondi e, se l’idea risulterà (con)vincente, si concretizzerà l’opportunità di poter avviare una nuova startup d’impresa.

Le tre idee migliori verranno premiate con prodotti e servizi utili al loro sviluppo; i premi sono ancora in fase di definizione ma intanto vi diamo qualche anticipazione: un Olipad Olivetti, uno smartphone Vodafone, borse di studio Startup Lab e YeStartup, un periodo di incubazione all’interno dell’acceleratore di impresa Hub21 di Ascoli Piceno, un pacchetto di ore di consulenza imprenditoriale, 2 biglietti d’ingresso per l’Expo 2015 per una startup nel settore del Turismo offerti dal Comune di Ascoli Piceno.

Collaborazione, capacità di lavorare in team, cooperazione, gestione dei progetti: anche se la vostra idea non dovesse essere tra le premiate, sappiate che partecipare allo Startup Weekend Ascoli Piceno significa anche e soprattutto poter sviluppare nuove competenze, essenziali nel mondo dell’imprenditoria.

LEGGI ANCHE:

Le 10 cose da sapere sullo Startup Weekend Ascoli Piceno

Le 10 cose da portare allo Startup Weekend Ascoli Piceno

Segui Startup Weekend Ascoli Piceno su Facebook: https://www.facebook.com/startupweekendap

 








Le 10 cose da portare allo Startup Weekend Ascoli Piceno

Ecco tutto il necessario per passare al meglio il proprio Startup Weekend:
  1. Un bel sorriso stampato in faccia.
  2. Un computer portatile e/o un tablet e/o uno smartphone. Alla connessione in wi-fi pensiamo noi.
  3. La propria mente come un paracadute, aperta!
  4. Un quadernone con matita per illustrare le proprie idee.
  5. Uno spirito collaborativo.
  6. I propri biglietti da visita per stringere nuove amicizie.
  7. Il desiderio d’imparare cose nuove dagli altri.
  8. Occhiali da sole per nascondere la fatica.
  9. Le proprie competenze da mettere a disposizione di tutti.
  10. Un paio di scarpe comode, ci sarà da correre!







Le 10 cose da sapere sullo Startup Weekend Ascoli Piceno

All rights reserved by Venture Cafe

Non conosci ancora lo Startup Weekend Ascoli Piceno? Ecco le 10 cose da sapere:

  1. È un evento che inizia venerdì pomeriggio 3 ottobre e termina domenica 5 ottobre presso la Cartiera. Papale, qui le indicazione per arrivare.
  2. È a numero chiuso e si partecipa come singoli, acquistando un biglietto cliccando qui.
  3. Il prezzo del biglietto serve per coprire le spese di cibo e bevande che saranno offerti ai partecipanti, dall’inizio alla fine della manifestazione.
  4. Tutti gli altri costi sono sostenuti da sponsor locali e nazionali, sensibili al tema della  nuova imprenditoria e dell’innovazione.
  5. Infatti, lo scopo dell’evento è far fare i primi passi a nuove idee d’impresa.
  6. Le idee vengono proposte dagli stessi partecipanti, che voteranno le migliori 10 su cui lavorare in team nei due giorni successivi.
  7. Non è necessario presentarsi con un’idea d’impresa per partecipare allo Startup Weekend Ascoli Piceno.
  8. Chi non presenta una sua idea può divertirsi a votare la sua preferita quindi a scegliersi il team con cui sviluppare il progetto.
  9. Una giuria valuterà le 3 migliori idee.
  10. I premi saranno finalizzati a supportare il successivo sviluppo delle 3 idee.