Finalmente l’attesa sta terminando. Al via la nuova edizione dello Startup Weekend Ascoli Piceno

Avete un’idea imprenditoriale e il vostro sogno è realizzarla? Non avete un’idea ben precisa ma vi piacerebbe essere parte attiva in un progetto? Volete solo curiosare entrando nel mondo delle startup?

Bene! Partecipate alla nuova edizione dello Startup Weekend Ascoli Piceno.

Quest’anno si terrà da venerdì pomeriggio 20 Maggio 2016 a domenica 22 Maggio 2016 presso la sede della Cartiera Papale. Qui le indicazioni stradali per arrivare.

Sarà una tre giorni in cui tutti coloro che hanno un’idea potranno – grazie a una squadra di mentor e giudici esperta – presentarla e provare a realizzarla, seguendo un percorso volto a muovere i primi passi nel mondo dell’imprenditoria in modo efficace e vincente.

L’evento è a numero chiuso e si partecipa come singoli, acquistando un biglietto qui.

Nota: il prezzo del biglietto serve per coprire le spese di cibo e bevande che saranno offerti ai partecipanti, dall’inizio alla fine della manifestazione; tutti gli altri costi sono sostenuti da sponsor locali e nazionali, sensibili al tema della nuova imprenditoria e dell’innovazione.








Startup Weekend Caserta 04/16 – FAQ

SWCE16

Startup Weekend Caserta – FAQ

Domande frequenti

 

  1. Quale è l’obiettivo di Startup Weekend Caserta?

Startup Weekend Caserta ti permette di lanciare una startup in 54 ore, validando la tua idea, il tuo team e il tuo prodotto grazie al confronto con mentori esperti e una giuria di spessore.

  1. Posso partecipare anche se non ho un’idea?

Certo, avere un’idea non è una qualità necessaria per partecipare allo SWCE e non pregiudica il diritto di votazione delle idee su cui lavorare e la presenza nei team.

  1. Se ho già un team con cui sto sviluppando un’idea di business, è possibile partecipare in gruppo?

La partecipazione è singola. La candidatura di un’idea già in via di sviluppo è permessa, ma non ne viene garantita la votazione dagli altri partecipanti. Perciò armatevi di spirito di persuasione e sfoggiate il vostro elevator pitch migliore.

  1. Posso scegliere il team di cui fare parte?

Ogni partecipante avrà il diritto di lavorare nel team e sull’idea che reputa più validi.

  1. Perchè il biglietto?

L’acquisto del biglietto garantisce la partecipazione e tutti comfort necessari ai partecipanti per l’intera durata del weekend.

  1. E’ possibile assistere senza prendere parte ai lavori?

Purtroppo no, come suggerisce lo slogan “NO talk, ALL action”.

  1. E’ necessario avere dei requisiti tecnici per partecipare?

Assolutamente no, solo tanta voglia di mettersi in gioco e creatività.

  1. In cosa consistono i premi?

I premi in palio, per le tre idee vincitrici, serviranno a supportare le Startup nascenti anche oltre la fine del weekend. Consulenze specializzate, servizi presso spazi co-working e assistenza nello sviluppo del prodotto.

  1. Che differenza c’è tra i biglietti che trovo su Eventbrite?

I biglietti sono suddivisi in 3 categorie:
– Developer, per coloro che si occupano dello sviluppo digitale;
– Design, per coloro che si occupano di grafica;
– Non- Technical, per tutti coloro che non appartengono alle prime due categorie.

 

http://www.gigharborfilmfestival.org/wp-content/uploads/2015/10/Eventbrite-Button.png






Arriva a Caserta lo Startup Weekend.

Arriva a Caserta lo Startup Weekend, la più grande Startup Competition al mondo. Ti aspetta una maratona creativa di 54 ore nel corso di un intero fine settimana dal 8 al 10 Aprile 2016.

Noi di Startup Weekend Caserta siamo convinti che il nostro sia un territorio ricco di talenti da scoprire. Il 2016 sarà un anno pieno di sorprese per le realtà imprenditoriali della provincia. Abbiamo scelto di riunire in un unico evento le migliori idee di impresa che rispondano ai principi di collaborazione e lavoro di squadra.

E’ la prima volta che Caserta ospita uno StartupWeekend e per questo abbiamo scelto la migliore location possibile. La Reggia di Caserta sarà la casa di un evento tutto locale, ma dal forte stampo globale, infatti l’evento sarà in partnership con l’ Istituto Politecnico do Cavado e do Ave (IPCA) con sede in Portogallo, in ragione di offrire opportunità di sviluppo internazionale ai vincitori dell’evento.

Se hai in testa un’idea per cambiare il mondo o per risolvere un problema in maniera innovativa, partecipa a Startup Weekend Caserta, trova un team con cui lavorare, lasciati consigliare da un team di mentor e presenta la tua idea ad una giuria di investitori, che potranno finanziare il tuo progetto.

Se vuoi metterti nei panni di un vero imprenditore per 54 ore, registrati ora per quello che sarà il miglior weekend della tua vita!

Startup Weekend è un evento NO PROFIT: tutti i fondi sono utilizzati per il benessere dei partecipanti ed in caso di eccesso rispetto a quanto preventivato, la rimanente parte sarà reinvestita in eventi per la crescita della comunità.

All’evento parteciperanno mentor dalla Seconda Università degli Studi di Napoli (e dall’Istituto Politecnico di Cavado e do Ave.) ( All’evento parteciperanno mentor altamente qualificati come, la dott.ssa Valentina Iscaro e il dott. Diego Matricano dalla Seconda Università degli Studi di Napoli e la professoressa Teresa Dieguez, specializzata in entrepreneurship, dall’Istituto Politecnico do Cavado e do Ave).

Dopo 54 ore di lavori, finalmente verranno premiati le migliori idee da una giuria composta da personalità di spicco e da investitori, rappresentanti delle realtà imprenditoriali e didattiche più solide del nostro territorio quali i professori Mario Sorrentino e Luis Ferreira, Antonio Nappa e Giovanni De Caro.

 








Tutto pronto per Start-up Weekend Bologna.

Ti aspettiamo domani 11.12.2015 presso l’Opificio Golinelli (Via Paolo Nanni Costa, 14 ) per dare il via la maratona dedicata a chiunque abbia un’idea di Start-up.

Scopo dello Start-up weekend è quello di mettere insieme dei team eterogenei che abbiano voglia di sviluppare un’idea d’impresa.

Durante questi intensi 3 giorni, ragioneremo insieme sull’idea di business, sulla fattibilità, su come presentarla e come lanciarla sul mercato.

Sei un indeciso dell’ultimo minuto? Ci sono ancora alcuni biglietti disponibili (http://www.eventbrite.com/e/startup-weekend-bologna-1215-tickets-19061146402)

Non puoi partecipare allo startup weekend? Guardaci in diretta streaming su Corriere innovazione, La Stampa e Start-up Italia e Che Futuro!

Non sei ancora convinto se partecipare o meno?  Ti diamo un ottimo motivo: il team che si aggiudicherà il primo premio, vincerà 4 mesi di co-working presso l’acceleratore d’impresa TIM #WCAP in via Oberdan 22 Bologna.

Ti aspettiamo domani!








FU/TURISMO

futurismo

Gamification, engagement e turismo digitale: è attorno a questi tre temi che gravita Fu/turismo, il bootcamp che, il prossimo il 27 novembre, alle ore 10.00, nei locali del LUC di Manfredonia, precede e annuncia la prima edizione di StartupWeekend Foggia (la kermesse che in 54 ore ti permette di dare vita alla tua idea di startup). Manfredonia diventa, dunque, teatro di scenari futuri che animano già il nostro presente, lo attraversano coast to coast. Fra i protagonisti, a raccontarcene un pezzo, ci sarà Fabio Viola, pioniere del gaming digitale, alle spalle una serie di incarichi in multinazionali dell’intrattenimento, da Electronic Arts Mobile a Vivendi.

A salire sul palco sarà poi UpGargano – Eccellenze in Digitale, il progetto promosso da Google ed Unioncamere, in collaborazione con la Camera di Commercio di Foggia, volto a diffondere la cultura dell’innovazione digitale presso gli imprenditori del Gargano ed accrescere la consapevolezza dei vantaggi derivanti da un utilizzo più avanzato del web per il Made in Italy.

Restando in tema di turismo digitale, avremo modo di ascoltare, live, l’esperienza, di Giovanni Franchini e Francesca Moscarelli, genitori di Davide, un bambino di 6 anni, ideatori e fondatori diAround Family, una piattaforma digitale nata quasi per disperazione. Per anni, la coppia, ha sperato che qualcuno sul web fornisse un servizio di itinerari e destinazioni per il tempo libero mirate sulle esigenze dei bambini. Dopo l’ennesima investigazione notturna, hanno deciso che era giunta l’ora di rimboccarsi le maniche e fare da soli.

Un’altra delle voci di questo cambiamento sarà quella di Libando, il format legato al cibo di strada impostosi in soli due anni come uno degli appuntamenti clou della Puglia. Sarà Ester Fracasso a svelarci i segreti della sua ricetta.








Startup Weekend Messina – al via la vendita dei biglietti

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni per partecipare allo Startup Weekend Messina. L’evento, organizzato dall’associazione Startup Messina in collaborazione con ALuMnime e con il patrocinio dell’Agenzia Nazionale Giovani, si svolgerà dal 13 al 15 Novembre 2015 a Messina.

L’obiettivo primario è creare un ecosistema imprenditoriale, facendo incontrare chi fa impresa con chiunque si avvicini a questo mondo per la prima volta. Una tre giorni, quindi, che darà la possibilità ai giovani messinesi di far conoscere la propria idea di business e di iniziare a svilupparla concretamente grazie all’aiuto di professionisti ed imprenditori che, in qualità di mentor, li affiancheranno durante tutta la durata della manifestazione.

Il meccanismo alla base dello Startup Weekend è molto semplice: nella giornata di venerdì tutti i partecipanti avranno a disposizione alcuni minuti per mettere sul tavolo le loro idee. Quelle più interessanti prenderanno parte al “gioco” e si formeranno dei veri e propri team di lavoro completi. Dalla mattina di sabato alla domenica pomeriggio, le varie squadre avranno modo di lavorare alla propria idea. Domenica sera tutti i progetti verranno presentati a potenziali investitori e verranno premiate le tre idee migliori.

Allo Startup Weekend Messina possono partecipare tutti, basta soltanto acquistare il proprio biglietto, al prezzo scontato di 25 euro (offerta valida fino alla mezzanotte del 18 ottobre) sulla piattaforma Eventbrite.

Tutte le info sono su swmessina.it








Le idee vincitrici di Startup Weekend Lecce 2015

Un asciugamano da scoglio, una piattaforma per disabili e il sistema per vendere la frisa salentina nel mondo sono le idee salite sul podio di Startup Weekend Lecce – edizione turismo e cultura domenica pomeriggio, dopo una sfida finale in cui 8 team hanno presentato la propria idea sviluppata in 54 ore di duro lavoro grazie anche ai preziosi consigli dei coach di quest’anno.

A convincere la giuria di Startup Weekend Lecce sono stati la validità della business idea presentata, un buon pitch da parte del team leader e la pianificazione delle milestones dei seguenti progetti:

 Rocks Towel, l’asciugamano che finalmente dona comodità e morbidezza a chi vuole godersi una giornata sugli scogli, acquistabile attraverso una piattaforma e-commerce o nei market place dei prodotti sportivi più conosciuti;

rockstowel

2° Travable, idea di un team di ragazze giovanissime e con esperienza nel volontariato, che partendo dal claim “la disabilità non è un mondo a parte ma una parte del mondo” vogliono lanciare la piattaforma che dona ai i disabili esperienze di viaggio sensoriali di grande interesse;

Travable

 Friselleria Salentina che mira a vendere la frisa, il prodotto tipico salentino per eccellenza, attraverso shops e piattaforma e-commerce al Nord Italia iniziando da Bologna e Milano, poi raggiungendo i mercati esteri nel giro di due anni.

friselleriasalentina

Infine, una menzione speciale anche a Dispensa Pugliese che non rientra nel podio ma riceve comunque l’attenzione della giuria, partendo da cifre consistenti di europei che amano la cucina italiana e progettando di portare il buon cibo pugliese in giro per il mondo.

Questi i progetti che hanno dimostrato di avere tutte le carte in tavola per potersi trasformare in imprese di successo con il giusto apporto di lavoro e studio – e magari un pizzico di fortuna – ed hanno vinto fino a tre mesi di coworking e mentoring a Lecce da parte di The Qube, oltre a due premi a sopresa: i biglietti per la prossima edizione del TedxLecce e delle creazioni in stampante 3D da parte di Fablab Lecce.

Con Startup Weekend Lecce più di 50 persone hanno provato a sviluppare un progetto con determinazione, sacrificio, lavoro in team fino a tarda notte, facendo i conti con le proprie competenze e le proprie ansie. Hanno imparato come si crea un business model canvas, pianificato una strategia di marketing ed anche cosa significa lavorare sotto stress per una scadenza emersa all’ultimo minuto. Molti hanno scoperto nuovi talenti ed aspirazioni e stretto nuove amicizie, e chi lo sa, costituito team e idee che daranno vita a imprese di successo. Di certo c’è che Startup Weekend Lecce ha raggiunto gli obiettivi che si era prefissata: far capire che fare impresa non è facile e non è da tutti, che solo passione e sacrificio ti permettono di ottenere risultati brillanti, che quella che ti sembrava l’idea del secolo può essere smontata in un batter di ciglia da un esperto del settore e sta a te rialzarti e migliorarti perché tu sei il solo responsabile dei tuoi successi o dei tuoi fallimenti, ed infine che lavorare insieme agli altri per un progetto condiviso è un’esperienza bellissima.

In questo senso a Startup Weekend Lecce hanno vinto tutti.

Arrivederci alla prossima edizione!

 








Città tra le mani: turismo accessibile in stampa 3d fra i successi di SwLecce 2014

città tra le mani

Città tra le mani  è un progetto che promuove la cultura e la fruizione del patrimonio artistico, rendendole accessibili “a tutto tondo” anche a persone con disabilità visive attraverso percorsi multisensoriali ed esperienze tattili. Si basa sull’utilizzo di tecnologie avanzate quali modellazione e stampa 3d per garantire l’accessibilità ed abbattere qualsiasi forma di barriera, sia essa architettonica, sensoriale, culturale o sociale permettendo al turista di diventare il vero protagonista di un’esperienza di scoperta. Il loro progetto si avvale anche della collaborazione del Fablab Lecce.

Si erano presentati alla Startup Weekend Lecce a maggio 2014 e parlato timidamente ma con convinzione della loro idea chiamata “Lecce tra le mani” quando Raimondo Bruschi aveva iniziato ad intervistare uno ad uno i partecipanti di quell’edizione. Con l’aiuto dei coach hanno perfezionato la loro idea, preparato il pitch e gettato le basi per iniziare un percorso che ad oggi promette di portarli molto lontano.

Per saperne di più visita il loro sito www.cittatralemani.org

Al momento sono giunti alla seconda fase del bando Che Fare sull’innovazione culturale ed hanno bisogno del supporto di tutte le persone che credono nel loro progetto.

E tu sei pronto a metterti in gioco?

Iscriviti ora, cominciamo domani!

 








I premi di Startup Weekend Lecce 2015

logoh_2

Indubbiamente al termine della Startup Weekend Lecce ognuno avrà un bagaglio di conoscenze sulla creazione di business model, presentazione di una propria idea innovativa, metodi di brainstorming e tante altre riflessioni intorno all’avvio di una startup. Tutto ciò in un’ottica di crescita che solo iniziative mondiali come questa possono offrire e che il territorio leccese porta avanti con tanto entusiasmo e creatività. Inoltre, come in ogni competizione che si rispetti sono previsti dei premi da assegnare alle tre migliori idee di imprenditoria innovativa. Quest’anno i premi sono elargiti da The Qube.

The Qube è un’associazione di startup dinamica e interattiva in grado di contaminare le persone, creare occasioni, costruire team, avviare progetti innovativi e imprese, ed ha sede a Lecce. Nello specifico, si occupa dell’organizzazione di:

  • Momenti di formazione
  • Coaching e mentoring attraverso incontri one-to-one
  • Eventi di Networking
  • Momenti di co-working e co-progettazione
  • Attività ricreative per agevolare le relazioni sociali.

Se vuoi saperne di più visita il loro sito.

Ora ecco i premi riservati ai primi tre finalisti di Startup Weekend Lecce:

1° Premio – 3 Mesi di coworking con 12 h di mentoring 

2° Premio – 2 Mesi di coworking con 8 h di mentoring

3° Premio – 1 Mese di coworking con 4 h di mentoring.

Più uno a sorpresa da parte di Fablab Lecce.

Non dimenticare che il Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio Lecce ha riservato anche un Premio Innovazione del valore di 2000 euro in servizi. Clicca qui per leggere il bando.

Ed ora cosa aspetti ad iscriverti?








I 10 fattori di un team di successo

team building

Al giorno d’oggi sempre più numerose organizzazioni e multinazionali, grandi o piccole che siano, investono in strategie ed aggiornamenti per migliorare l’efficienza dei team all’interno della propria azienda, in quanto sentirsi parte di una micro società ottimizza le prestazioni di ogni singolo lavoratore.

Nel caso di una startup appena consolidata l’esistenza di un team solido ed affiatato è centrale per il suo sviluppo e continuazione nel tempo, oltre che per quello del prodotto ideato.

Secondo gli psicologi i fattori che compongono un team di successo sono 10:

  1. Competenze complementari all’interno del gruppo che persegue degli obiettivi condivisi;
  2. Sensibilità sociale di cui è dotato chi sa ascoltare gli altri, chi sa condividere le critiche in modo costruttivo ed ha una mente aperta;
  3. Presenza di quote rosa, perché migliorano le prestazioni aziendali e promuovono l’integrazione, con un obiettivo molto più ampio che riguarda sconfiggere un pregiudizio fastidioso come il sessismo;
  4. Chiarezza dei ruoli da svolgere all’interno di un gruppo, questione che diventa spinosa quando una situazione lavorativa cambia e tutta la squadra è costretta ad adattarsi. Se i ruoli sono chiari ognuno sa bene quali sono i suoi compiti all’interno del gruppo;
  5. Condivisione degli stessi obiettivi, al fine di svolgere il proprio ruolo procedendo verso un’unica direzione;
  6. Costruzione della fiducia, fondamentale per la crescita del gruppo e quindi dell’impresa, soprattutto perché una squadra forte riesce a negoziare meglio con un’altra;
  7. Identificarsi in una storia da raccontare al mondo esterno;
  8. Divertirsi insieme trascorrendo del tempo al di fuori del contesto lavorativo fa nascere o rafforzare il rapporto di amicizia,
  9. Scegliere persone che abbiano caratteri diversi: gli estroversi sembrano più giocosi e determinati ma hanno bisogno di caratteri più riflessivi ed introversi che molto spesso raggiungono più risultati a lungo termine;
  10. La presenza di un leader che metta in atto continuamente tutti questi fattori, facendo comunicare le parti e spronandole a mantenere sempre viva la passione che ogni singolo membro sentiva al momento di entrare a far parte del team.
Screenshot 2015-09-28 21.17.53

Se stai pensando di fondare una startup è bene riflettere su questi fattori e se hai un’idea non esitare ad iscriverti a Startup Weekend Lecce – Tourism and Culture Edition dal 2 al 4 ottobre!

Clicca qui

Fonti: